A LEGA DEL FILO D’ORO PARTNER ETICO DEL XVII SUMMER JAMBOREE

A LEGA DEL FILO D’ORO PARTNER ETICO DEL XVII SUMMER JAMBOREE

Si rinnova la partnership tra la Lega del Filo d’Oro e il Festival Summer Jamboree dove dal 30 Luglio al 7 Agosto l’Associazione sarà presente con uno stand dedicato a far conoscere al pubblico la realtà delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali. Per info visita: https://is.gd/LegadelFilodOro_SummerJamboree

Sabato 30 luglio 2016 — Per il quinto anno consecutivo, la Lega del Filo d’Oro è partner etico del Summer Jamboree, Festival di musica e cultura dell’America anni ‘40 e ‘50 che si terrà a Senigallia (AN) dal 30 Luglio al 7 Agosto 2016. Per quest’edizione del Festival, l’Associazione che da oltre 50 anni è impegnata in attività di assistenza e cura delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali, sarà presente con uno stand dedicato e l’iniziativa speciale “Il nostro Rock&Roll”.

Presso lo stand dell’Associazione, infatti, i visitatori saranno guidati dai volontari della Lega del Filo d’Oro, in un percorso sensoriale alla scoperta dell’emozione che una persona sordocieca prova quando ascolta la musica.

“Siamo fieri ed orgogliosi di portare la realtà delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali al Summer Jamboree per il quinto anno consecutivo. Una manifestazione che ancora una volta ci permette di coinvolgere i suoi partecipanti alla scoperta della condizione di chi vive immerso nel buio e nel silenzio - dichiara Rossano Bartoli, Segretario Generale della Lega del Filo d’Oro.  Chiunque si affaccerà al nostro stand potrà partecipare ad un percorso multisensoriale creato ad hoc, conoscerci più da vicino, prendere informazioni sulle nostre attività di cura e assistenza in Italia delle persone sordocieche e pluridisabili psicosensoriali e sostenere la costruzione del nuovo Centro Nazionale di Osimo.”

La Lega del Filo d’Oro aiuta chi non vede e non sente ad uscire dall’isolamento superando la barriera di incomunicabilità che lo circonda.  Nata ad Osimo oltre 50 anni fa, l’Associazione è impegnata nell’assistenza, educazione, riabilitazione e reinserimento nella famiglia e nella società di bambini, giovani e adulti sordociechi e pluriminorati psicosensoriali.

Oggi la Lega del Filo d’Oro conta 570 dipendenti, tra operatori specializzati, personale sanitario, psicologi, assistenti sociali, e 600 volontari impegnati nelle attività di assistenza e cura delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali nei Centri di Osimo (AN), Sede principale dell'Ente, Lesmo (MB), Modena, Molfetta (BA) e Termini Imerese (PA) e nelle sedi territoriali di Padova, Roma e Napoli.

L’IMPEGNO DELLA LEGA DEL FILO D’ORO

Il nuovo Centro Nazionale – di cui sono in corso i lavori di costruzione per la realizzazione del primo lotto che dovrebbero terminare entro l’estate 2017 – sarà una struttura che ci permetterà di dare risposte efficaci e tempestive alle molteplici richieste di aiuto provenienti dalle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali e dalle loro famiglie.

Secondo un recente studio realizzato dall’Istat in collaborazione con la Lega del Filo d’Oro oggi in Italia le persone affette da problematiche legate sia alla vista che all’udito sono 189mila, pari allo 0,3% della popolazione italiana. Un dato esponenziale rispetto alle stime precedenti che contavano da 3 a 11 mila persone. Inoltre, 9.855 sono i bambini e i ragazzi iscritti alle scuole primarie e secondarie con una disabilità legata alla vista o all’udito. Si tratta, nella maggior parte dei casi, di bambini e ragazzi che vivono una condizione estremamente complessa poiché associano al deficit sensoriale altre disabilità, come quella intellettiva, motoria, disturbo dello sviluppo del linguaggio, disturbi dell’apprendimento.

Ideato per raccogliere in un unico polo di alta specializzazione tutti i servizi dislocati oggi in 15 edifici diversi, il nuovo Centro Nazionale della Lega del Filo d’Oro incrementerà i posti letto per i ricoveri a tempo pieno, che passeranno da 56 a 80 (+43%), e quelli per la degenza diurna che arriveranno a 20 (con un aumento del 33%). Saranno raddoppiati i posti del centro diagnostico (da 4 a 8) e, di conseguenza, dimezzati i tempi di attesa per la valutazione iniziale.

 

 

Invito
Chiara Ambrogini Ufficio Stampa Lega del Filo d'Oro
Francesca Riccardi Media Relation Consultant at INC S.r.l.