LA LEGA DEL FILO D’ORO CELEBRA IL XII ANNIVERSARIO DELLA SEDE DI LESMO

LA LEGA DEL FILO D’ORO CELEBRA IL XII ANNIVERSARIO DELLA SEDE DI LESMO

Il 2 Novembre si celebra il XII anniversario del Centro di Lesmo della Lega del Filo d’Oro, punto di riferimento del Nord Italia per le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali e le loro famiglie; nel solo 2015 il Centro si è preso cura di 44 ospiti e il Servizio territoriale è stato di riferimento per 78 utenti e le loro famiglie.

Giovedì 27 ottobre 2016 — Il 2 Novembre il Centro Socio Sanitario Residenziale di Lesmo (MB) della Lega del Filo d’Oro festeggia i 12 anni di attività al fianco delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriale e delle loro famiglie. Nato per soddisfare la grande richiesta di servizi per gli utenti residenti in Lombardia, il Centro svolge oggi attività di cura e assistenza offrendo un sostegno educativo-riabilitativo e sanitario. Oggi in Italia le persone affette da problematiche legate sia alla vista che all’udito sono 189 mila e nel solo Nord-Ovest ne vivono ben 30.618, pari al 16,2% del totale[1].

Progettato in funzione dei bisogni degli ospiti, con spazi interni ed esterni appositamente concepiti e attrezzati per le loro esigenze e con tutti gli accorgimenti per la sicurezza, la sede di Lesmo nel 2015 ha operato a pieno regime ospitando al suo interno 44 persone, mentre il Servizio Territoriale è stato di riferimento per 78 utenti e le loro famiglie. La struttura è organizzata in sei edifici, che comprendono sia locali per attività riabilitative di tipo motorio, come palestra e piscina, che aule e laboratori per la didattica e per vari tipi di lavori manuali e artigianali.

“La nascita e la crescita del Centro di Lesmo per noi della Lega del Filo d’Oro è un grande motivo di orgoglio”, spiega Rossano Bartoli, Segretario Generale della Lega del Filo d’Oro. “È stato la prima risposta concreta al bisogno di strutture per persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali, nato grazie alla generosità dell’industriale Danilo Fossati che ci ha donato il terreno su cui edificare il Centro, alla Regione Lombardia che ha inserito il progetto nel Piano Strategico Regionale e alla collaborazione del Comune di Lesmo. La Lega del Filo d’Oro aveva già aperto una Sede Territoriale a Milano nel 1987 e una Comunità Alloggio per adulti sordociechi nel 1996. Ci auguriamo di poter stare vicini e offrire i nostri servizi a molte altre persone anche in futuro” - conclude Rossano Bartoli.

In una giornata come questa non potevano mancare gli auguri di Laura Mella, 48enne sordocieca milanese, che proprio 12 anni fa è entrata come primo ospite nel Centro di Lesmo. Laura fa la sua conoscenza della Lega del Filo d’Oro a 7 anni, quando si stabilisce nella Sede di Osimo. Nel 2004, grazie all’apertura della nuova struttura brianzola, ha potuto finalmente riavvicinarsi a casa dopo quasi 30 anni. Dal giorno della sua inaugurazione il Centro di Lesmo è cresciuto, diventando il punto di riferimento di tutte le famiglie con figli sordociechi e pluriminorati psicosensoriali del Nord Italia.

 

[1] È quanto è emerso dal primo, importante studio sul fenomeno della sordocecità in Italia promosso dalla Lega del Filo d’Oro e realizzato dall’ISTAT.

 

Chiara Ambrogini Ufficio Stampa Lega del Filo d'Oro
Francesca Riccardi Media Relation Consultant at INC S.r.l.